Cos’è il transumanesimo ?

volto umano con struttura robotica, immagine fantascentifica

Il transumanesimo è un modo di pensare al futuro che si basa sulla premessa che la specie umana nella sua forma attuale non rappresenta la fine del nostro sviluppo, ma piuttosto una fase relativamente precoce.

Il transumanesimo è un movimento vagamente definito che si è sviluppato gradualmente negli ultimi due decenni.

Il transumanesimo è una classe di filosofie di vita che cercano la continuazione e l’accelerazione dell’evoluzione della vita intelligente oltre la sua forma attualmente umana e i limiti umani per mezzo della scienza e della tecnologia, guidate da principi e valori che promuovono la vita. – Max More (1990) Humanity + lo definisce formalmente in base alla definizione originale di Max More come segue:

Il movimento intellettuale e culturale che afferma la possibilità e l’auspicio di migliorare radicalmente la condizione umana attraverso la ragione applicata, in particolare sviluppando e rendendo ampiamente disponibili tecnologie per eliminare l’invecchiamento e per migliorare notevolmente le capacità intellettuali, fisiche e psicologiche umane. Lo studio delle ramificazioni, delle promesse e dei potenziali pericoli delle tecnologie che ci consentiranno di superare i limiti umani fondamentali e il relativo studio delle questioni etiche coinvolte nello sviluppo e nell’utilizzo di tali tecnologie.

Il transumanesimo può essere visto come un’estensione dell’umanesimo, da cui è parzialmente derivato. Gli umanisti credono che gli esseri umani contino, che gli individui contino. Potremmo non essere perfetti, ma possiamo migliorare le cose promuovendo il pensiero razionale, la libertà, la tolleranza, la democrazia e la preoccupazione per i nostri simili. I transumanisti sono d’accordo con questo, ma sottolineano anche ciò che abbiamo il potenziale per diventare. Così come usiamo mezzi razionali per migliorare la condizione umana e il mondo esterno, possiamo anche usare tali mezzi per migliorare noi stessi, l’organismo umano. In tal modo, non ci limitiamo ai metodi umanistici tradizionali, come l’istruzione e lo sviluppo culturale. Possiamo anche utilizzare mezzi tecnologici che alla fine ci consentiranno di andare oltre ciò che alcuni considererebbero “umani”.

Diventare Internet 

uomo virtuale

Esistono due tipi di persone. Alcuni amano la fantascienza, altri la odiano. La cosa grandiosa dell’argomento di questo post è che è qualcosa per entrambi i tipi di persone. Ciò che le interfacce cervello-computer renderanno possibile in futuro suona sicuramente come fantascienza oggi. Ma non è un mondo assurdo uscito da un blockbuster di Hollywood che non potrebbe mai esistere. Invece, è un mondo che si trasformerà in realtà durante la tua vita. Per darvi un’anteprima di ciò di cui parleremo qui: BCI consentirà agli umani di controllare i computer e quindi di spostare gli oggetti solo pensandoci! Come funziona un EEG? Probabilmente hai già visto qualcuno indossare una sorta di rete metallica in testa. Non per strada ma in televisione o nelle pubblicità. C’è un’alta probabilità che in realtà questa persona indossasse un elettroencefalogramma. L’elettroencefalografia è un metodo per osservare l’attività elettrica del cervello. Solo per sapere cosa significa EEG … Il neurone Quindi, ovviamente, ti chiedi come sia possibile registrare l’attività elettrica del cervello. Diamo uno sguardo alle cellule di cui è composto principalmente il tuo cervello: i neuroni. Le parti fondamentali di un neurone sono il corpo cellulare (il soma), i dendriti e l’assone. L’assone di solito collega il neurone ad altre cellule nervose e consente il trasporto degli impulsi nervosi dal corpo cellulare. I dendriti d’altra parte consentono al neurone di ricevere segnali da altri neuroni, rispettivamente dai sensi del corpo.